Solidarietà ai precari Alitalia! Assunzione per tutti, non un lavoratore in meno!




Il Fronte di Lotta No Austerity esprime solidarietà e sostegno ai precari di Alitalia, che hanno recentemente dovuto subire l’ennesimo affronto da parte della compagnia aerea, con la complicità delle burocrazie sindacali. Già un vergognoso accordo firmato nel 2015 aveva prolungato fino a 60 mesi (sic!) la somma dei mesi lavorativi necessari per maturare il diritto alla stabilizzazione, cioè all’assunzione a tempo indeterminato. Un lungo periodo che di fatto ha permesso all’azienda di licenziare moltissimi lavoratori e lavoratrici, mentre si moltiplicava il personale precario, dato che l’accordo non prevedeva nessun obbligo di assumere a tempo indeterminato i vecchi precari prima di assumerne altri.

Un lavoratore precario è un grosso affare per le aziende: è facile da licenziare, dato che è sufficiente non rinnovare un contratto per lasciarlo a casa, tra l’altro senza nessun obbligo di risarcimento. Il lavoratore precario è sempre sotto ricatto: chi osa alzare la testa o protestare può essere punito col mancato rinnovo contrattuale. Il lavoratore precario non ha gli stessi diritti né matura gli stessi aumenti salariali del lavoratore assunto a tempo indeterminato. Il precariato, insomma, è un grosso regalo alle aziende e ai loro profitti miliardari.

Per questo è ancora più vergognoso che i sindacati confederali, dopo anni di totale disattenzione nei confronti dei tanti precari Alitalia (non uno sciopero, non un’assemblea, non una manifestazione…), abbiano firmato un ulteriore cospicuo regalo all’azienda: è stato ora ulteriormente prorogato il limite di 60 mesi funzionale alle assunzioni, visto che i prossimi 12 mesi di precariato non verranno conteggiati… Insomma: in Alitalia l’assunzione a tempo indeterminato ormai rimane un’eterna promessa mai mantenuta!!! Tutto questo avviene mentre è imminente l’ennesima firma di altra cigs per i lavoratori stabili.

Siamo al fianco dei precari Alitalia per questo ennesimo vergognoso attacco ai loro diritti. Ogni giorno i lavoratori Alitalia subiscono nuove umiliazioni, dato che i commissari stanno procedendo con il piano di svendita della compagnia, ignorando  sia le grandi mobilitazioni di questi mesi, sia il risultato del referendum. Facciamo appello ai lavoratori e alle lavoratrici di altri settori a sostenere la giusta lotta dei precari e di tutti i lavoratori Alitalia, portando solidarietà ai prossimi scioperi e alle prossime iniziative di protesta.

Fronte di Lotta No Austerity
 


Articolo tratto da: Fronte di Lotta NO AUSTERITY - http://frontedilottanoausterity.org/
URL di riferimento: http://frontedilottanoausterity.org/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=1523262419