Solidarietà a Barbara e Silvia




 
Le Donne in Lotta del Fronte di Lotta No Austerity esprimono solidarietà e vicinanza a Barbara e Silvia, rispettivamente rappresentante ed attivista sindacali della Cub Sanità Torino, colpite da una dura repressione padronale. 
Le due lavoratrici sono a vario titolo impegnate da tempo nella lotta contro la contenzione fisica dei degenti e contro la speculazione dei padroni della comunità psichiatrica presso cui prestano servizio: la struttura che riceve finanziamenti pubblici consistenti dall’Asl, ha tuttavia da tempo un drammatico problema di personale che si ripercuote, oltre che sulle condizioni dei lavoratori, anche su quelle dei pazienti.
Adducendo motivazioni aleatorie, le due lavoratrici sono state sospese dal servizio, nel caso di Barbara è scattata persino una denuncia. E’ fin troppo evidente che la proprietà, già colpita da provvedimento per condotta antisindacale, sta cercando di tappare la bocca a queste due lavoratrici allo scopo di continuare indisturbata la propria opera di sfruttamento ed arricchimento a danno dei lavoratori e dei pazienti i quali, in questa battaglia, non hanno interessi contrapposti.
Il copione è sempre lo stesso: i padroni continuano a condurre la repressione nei confronti di tutta la classe lavoratrice, cercando di colpire con più forza per primi, come storicamente hanno sempre fatto, chi ha il coraggio di denunciare lo sfruttamento e le sue regole.
Ma Barbara e Silvia non sono sole. 
 
Accogliamo l’invito della Cub Sanità Torino a manifestare insieme e numerosi perché la sospensione e le denunce vengano revocate.
Sabato 7 ottobre a Torino tutte e tutti in piazza alle 11.
 
 
Chi tocca una, tocca tutti!
Contro la repressione padronale, su la testa!


Articolo tratto da: Fronte di Lotta NO AUSTERITY - http://frontedilottanoausterity.org/
URL di riferimento: http://frontedilottanoausterity.org/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=1507267750