Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Il Fronte di Lotta No Austerity sostiene la lotta delle lavoratrici e di lavoratori della sanità


Report assemblea cittadina Casale Alba


“VOGLIONO TAPPARE LA BOCCA AI LAVORATORI E ALLE LAVORATRICI”
ASSEMBLEA CITTADINA A CASALE ALBA 2 24 SETTEMBRE 2017
 
Il 24 Settembre al Casale Alba 2 si è svolta un’assemblea cittadina, organizzata dal Coordinamento lavoratori e lavoratrici dello Spallanzani ed alcun*compagn* del collettivo “Codice Rosso”, che ha visto la partecipazione di molte lavoratrici, lavoratori della sanità, altre realtà di lotta (S.Giovanni, Policlinico Umberto Primo, S.Filippo Neri, S. Camillo, Policlinico Tor Vergata, Aurelia Hospital, Asl Rm1, Poste Italiane, Alitalia, Min. Beni Culturali, Aci Informatica, Ipo' Marino, precari e disoccupati) e alcun* rappresentant*del sindacalismo di base (Cobas, Cub, Usb) che hanno discusso e si sono confrontati sulle diverse problematiche che affliggono oggigiorno la Sanità pubblica  che vanno dalle condizioni di lavoro per gli operatori e lo sfruttamento degli stessi, al difficile accesso alle cure da parte dei e delle  cittadin*che non hanno più la possibilità economica per curarsi.
L’idea cardine è quella di riuscire a creare una RETE CITTADINA DI REALTA’ DI LOTTA di lavoratrici, lavoratori ed utenti della Sanità per rivendicare i diritti di coloro che vi lavorano e dei malati e per una SANITA’ PUBBLICA, GRATUITA ED UNIVERSALE.
La giornata è iniziata con un pranzo sociale ricchissimo organizzato dai compagni e le compagne del Casale Alba 2 e del Comitato di quartiere “Mammut” durante il quale sono stati raccolti fondi che andranno per le attività del Coordinamento dello Spallanzani, ma che potranno anche essere utili a sostenere altre lotte di lavoratori.
L’assemblea ha visto la partecipazione di un centinaio di persone ed è stata un susseguirsi di interventi da cui è scaturito chiaramente come la Sanità e la Salute sono temi molto sentiti e che coinvolgono tutt* e dai quali è emersa l’enorme necessità di ricominciare a mobilitarsi in modo costruttivo, continuativo e soprattutto unitario.
Le parole che hanno attraversato l’assemblea sono state RICOSTRUIAMO, COORDINIAMOCI, SUPPORTIAMO e SOLIDARIZZIAMO con le altre lotte e soprattutto AUTORGANIZZIAMOCI.
L'autorganizzazione per noi e' la strada giusta da percorrere. I lavoratori devono ritornare ad essere protagonisti delle loro lotte e non delegare a qualcun'altro la difesa dei propri diritti. Speriamo che presto i lavoratori e le lavoratrici ritornino a parlare nelle assemblee, nei posti di lavoro,dappertutto. Noi come Coordinamento Spallanzani lavoriamo per questo.
Da questa assemblea si è deciso di uscire con delle proposte pratiche tra cui l’importanza di organizzare una grande mobilitazione davanti allo Spallanzani per difendere il diritto di critica e di parola dei lavoratori contro la repressione in atto da parte dei “padroni” delle aziende e soprattutto per sostenere i nostri due compagni Alessia e Lorenzo e pretendere da parte della direzione dell’Istituto Spallanzani il ritiro della loro sospensione e del provvedimento penale.
Questa grande mobilitazione dovrebbe coincidere con lo sciopero dei lavoratori e le lavoratrici dello Spallanzani, oggi ancora in stato di agitazione, che verrà deciso nei prossimi giorni.
 
 
 
 
  PER TUTTE QUESTE RAGIONI E PER COSTRUIRE UNA RETE CITTADINA DI REALTA' DI LOTTA  DIAMO A TUTT* APPUNTAMENTO
 
 VENERDI’ 6 OTTOBRE ALLE ORE 18 AL COMITATO DI QUARTIERE ALBERONE, VIA APPIA NUOVA 357 (METRO FURIO CAMILLO).


 
 
 LAVORATORI, LAVORATRICI ED UTENTI SANITA’ PUBBLICA
 
30 SETTEMBRE 2017


Articolo tratto da: Fronte di Lotta NO AUSTERITY - http://frontedilottanoausterity.org/
URL di riferimento: http://frontedilottanoausterity.org/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=1507123775